Decaisnea Fargesii

Decaisnea Fargesii

La Decasinea Fargesii è una specie originaria della Cina Occidentale che trovate presso i VIVAI PRANDINI. È un arbusto caratterizzato da un legno fragile che raggiunge un’altezza media intorno ai 5 metri.

 

TERRENO

La Decasinea Fargesi necessita di un terreno tendenzialmente acido, fertile e fresco, ma allo stesso tempo con una buona capacità drenante in quanto non tollera eccessivi ristagni idrici. Per quanto riguarda l’esposizione è opportuno che questa venga trapiantata in una zona soleggiata o di mezz’ombra, tenendo allo stesso tempo in considerazione il suo fabbisogno di un suolo moderatamente umido, soprattutto durante la stagione calda, per evitare eccessive asciugature del terreno.

FIORI E FRUTTI

La fioritura avviene ad inizio estate dove compaiono le caratteristiche “pannocchie”, simili a grappoli ricadenti, di colore giallo-verdastro e della lunghezza di una ventina di centimetri. La Decaisnea Fargesii è una specie autofertile e di conseguenza non è indispensabile la presenza di più esemplari per ottenere la fruttificazione. Durante l’autunno la pianta produce i classici bacelli penduli dalla colorazione bluastra, da qui il nome che gli è stato assegnato, contenenti numerosi semini nerastri disposti all’interno di una polpa gelatinosa, che conferisce all’arbusto un pregevole effetto ornamentale.

UTILIZZO E CONTENUTI SALUTISTICI

Il frutto della Decaisnea Fargesii viene generalmente consumato allo stato fresco, mangiando quindi la polpa interna gelatinosa, dal caratteristico sapore con retrogusto di anguria-cetriolo, avendo cura di rimuovere i semini neri disposti a file lungo il bacello. Non presenta particolari proprietà e a parte l’elevato contenuto di pectine di cui dispone il frutto

POTATURA E CURE COLTURALI

Sono solo necessarie potature estetiche e di contenimento: La Decasinea Fargesii necessita di una potatura con diradamento dei rami interni, lasciando spazio alla nuova vegetazione.