Lippia Citriodora
Lippia Citriodora

Lippia Citriodora

La Lippia citriodora, della famiglia delle Verbanacee, è una pianta che, se vengono sfregate le sue foglie, emana un inteso odore di limone. È conosciuta anche con i nomi di limoncina, verbena odorosa. È un arbusto, che può arrivare all’altezza di due metri e mezzo, grazie al suo fusto, che da giovane è verde e flessibile, il che gli conferisce un portamento quasi prostrato, ma quando invecchia diventa legnoso e gli permette di sollevarsi da terra in maniera arbustiva.

TERRAIN

It’s a plant that doesn’t tolerate low temperatures and it always wants the sun to heat it. A drained, soft and light soil, made up of peat topsoil and pumice is a good sub layer to cultivate it. Don’t forget to add a bit of nitrogen or potassium based fertilizer. You can do it mixed to the soil already, but it’s best if it’s added with water.

FLORA AND FRUIT

In summer, at the tips of the stems, ear inflorenscenses appear, where whitish purple flowers are inserted, sometimes completely purple, with a tube shape. The capitulum is bilabiate with the superior lip that has two lobes, while the inferior one is triffid. The fruit is a dry drupe with two galleries, that contain the small blackish seeds.

USE AND HEALTH PROPERTIES

La Lippia ha diverse proprietà e molti utilizzi, vediamone alcuni: è molto utilizzata nella preparazione delle tisane rilassanti e digestive. Il suo sapore al limone, dolce ma non aspro come l’agrume, conferisce un gusto molto gradito e ricercato. Spesso si utilizza per fare un liquore. Oppure si aggiunge in modo fraudolento al limoncello per correggerne il gusto di limone. L’olio essenziale è indicato per ridurre lo stress e la stanchezza mentale. Basta porne alcune gocce in un bagno profumato oppure mettere il contenitore aperto nella doccia (in modo tale che il calore lo faccia evaporare) che subito si sarà pervasi da una gradevole sensazione di leggerezza e riposo. L’uso in cucina è ormai assai diffuso. Usato per insaporire olio o aceto, a volte è usata nei gelati o le gelatine. Sorprendente la richiesta da parte dell’industria che frutta la sua caratteristica fragranza per farne profumi e saponi, ma anche l’olio in sé per estrarne singoli composti (limonene e citrale su tutti) da usare in altre composizioni quali creme, bagnoschiumi e shampoo.

Back to top
Novità

Scopri il Goumi del Giappone